Orchestra "Musical-Mente"
Orchestra delle Bollicine
Ensemble vocale "SMMS - Soul Musical-Mente Sisters"
M-M Cover band

Seguici su Facebook

Ringraziamenti

Fondazione ASM
Fondazione Comunità Bresciana

LE STORIE VERE CHE HANNO ISPIRATO I TESTO DELLE CANZONI DEL CD IN/TRIGO DI VENERE
a cura di Paola Bellandi e In/trigo di Venere


Maghi e principesse
“Meno male che mi accompagni Lara!!...sono così emozionata!!!...finalmente oggi lo incontro…..lui…..” dragONE ”….chissà che faccia ha. Non ci siamo mai scambiati fotografie ma dalle conversazioni so esattamente che tipo è. Le prime erano impacciate e timide…alla sua “ principESSA” ma le ultime!!! Appassionate, delicate…lui si che mi capisce. Poi so tutto di lui: un ingegnere che lavora spesso fuori casa, single, un socievole ed enorme boxer tigrato e una moto, è sportivo, intelligente ….sai che fa trekking e arrampicate in alta montagna?...forte è?”
“Dovrei incontrarlo oggi….mamma mia!….non ha resistito….lo ha affascinato soprattutto il mio lavoro: le pulizie speciali sulle scene del crimine a Voghera, sai come in CSI?”
“Non sto nella pelle Lara. Speriamo che inizi davvero la storia della mia vita. Dopo così tante delusioni…..forse a volte penso che mia madre “ha” ragione…dovevo studiare di più….ma il momento del mio riscatto è arrivato, eccolo laggiù al tavolino del BARella in riva al fiume. Ha un libro con la copertina rossa in mano come mi ha detto in chat….vado….fammi gli auguri Lara!!”
“Ciao! “ “DragONE” vero? Come va?”
“Bene! Eccoti qua!,……..non “…..ma sei l’amica di mia madre!!!...giocate sempre insieme il giovedì a Burraco!!!.....
vedevo l’ora di conoscere una parrucchiera così famosa!!!”…….pensa la vita che strana!!!”

 

Adottare
……
Un verbo da declinare in coppia
Canzone abbinata DRAGO34

Lui si chiama Cesare ed è un giovanottone che ben conosciamo, gli americani lo definirebbero un “nerd” di buona famiglia, infatti è fuori forma e ha 35 anni. Un uomo solo e sfiduciato con un matrimonio fallito alle spalle. Detesta Facebook
…gli ha portato solo dolore. La sua giovane ormai “ex” mogliettina appassionata di cucina con blog dedicato, non era interessata solo alle torte ma anche a sperimentare nuove ricette con nuovi “cuochi ”. Senza badare a sentimenti, passione, ragione, sostanza, inseguiva solo la forma e la superficie delle cose; come una magnifica cup-cake dai colori esuberanti ma senza nessun sapore. Purtroppo un giorno se ne è definitivamente fuggita via senza un grazie, senza dignità, senza una spiegazione né pudore con un “cuoco” più vecchio di lei con un figlio grande, conosciuto, virtualmente attraverso il suo blog, poi biblicamente, nella vita reale. Intelligente e sensibile ancorché insicuro, Cesare, dopo qualche anno dalla ferita aperta è stufo di solitudine e amarezza. Un amico al bar gli consiglia di sfruttare il web ma questa volta a suo favore. Che fare? Si iscrivono entrambi ad un nuovo promettente ed evocativo social…..“adotta un ragazzo.it”.
Le regole sono semplici: nessun contatto dopo le sei e mezza di sera, gli uomini costruiscono il loro profilo con foto, gusti, età, numero di cellulare, hobbies, preferenze culinarie e non. Gli accessi sono consentiti solo alle donne che li scelgono dal menu, chiamano, flirtano sul social (proprio precluso agli altri maschi) e ci conversano come meglio credono. Seguono appuntamenti, incontri, storie…..Cesare si attribuisce subito 10 kili in meno, si iscrive anche in palestra, non si sa mai…., evoca un lavoro interessante, foto di qualche anno prima…evita di accennare al passato,e…..dopo un paio di giorni lo contatta Clara.
Dieci anni meno di lui, single, avvocato, viene conquistata dai suoi dolci occhi da cane ferito…si incontrano a Parma. Da subito si trovano d’accordo: nessun impegno, nessun principe azzurro, nessun prendersi cura, solo incontrarsi e ricavare piacere l’uno dall’altro. Il paradiso di single “senza impegno”. Si piacciono forte..…..mentre è sulla strada del ritorno da una piena e gradevolissima giornata con la spregiudicata Clara, lo contatta sull’iPhone Maria, bellissima bruna, architetto, insicura e sfuggente…..dopo alcuni scambi sms al fulmicotone si danno un appuntamento sul social…..presto in centro. Concludere è d’obbligo…Maria è una donna in carriera, ha fretta, poco tempo, molto focosa ed esigente si trova bene….Cesare entro tre incontri la adora….
e vaiiii!!!!!! Cesare adesso viaggia molto, auto, treno, aereo. Ha successo, è arrivato a quota quattro donne contemporaneamente….la trasformazione da cucciolo ferito a cacciatore per sport è stata graduale…….consiglia le “adozioni” a tutti i cuori infranti….anche se hanno più di 40 anni!!!!

 

De Sade
Sono di nuovo da sola….single poco convinta…

Mi scrive Camilla, un'amica che vuole consolarmi e risvegliarmi dal torpore post trauma.....lei è iscritta a ben sei pagine Facebook del tipo... ”Marchese de Sade”....”Le Pantere”, “cougar” in gergo tecnico internazionale....insomma donne mature che si dilettano a spiare le numerosissime pagine Facebook che pubblicano ardenti aforismi ovviamente erotici... e non solo…
Così la mattina Cam si sveglia e la sera si addormenta con parole calienti e immagini hot...di ardenti giovanotti atletici, giovani, con la tartaruga non ancora rigiratasi per morbida e deliziosa gaudente pigrizia…….ovviamente le foto non sono eccessivamente esplicite ma i protagonisti sembra siano sempre bellissimi, straordinariamente fighi e con un lato B impeccabile... ..da far invidia all’ Ermes di Prassitele!!!!!
Ho sempre pensato che fossero gli uomini che si eccitavano con forti stimoli visivi…..ma Cam mi fa pensare…. che la donna del terzo millennio abbia bisogno di stimoli visivi eccitanti???
Fantasia…eccitazione…voyeurismo……”i giochi nel web -racconta sempre Camilla- si spingono sempre più oltre nelle chat privatissime e dedicate alle perversioni del sesso……” forse -immagino io- perdendo il filo di una normalità confortevole e accogliente come una pantofola, non tagliente come un’arma….che destabilizza, snatura, stravolge………da gioco trasgressivo diventa abitudine patologica……troppe ore davanti al computer….sia di giorno che di notte……sostituiscono troppi incontri, relazioni, dialoghi,espe rienze, della vita reale…...”dipendenza” una parola che aleggia greve nell’aria…… E alla fine tante parole nuove, inglesi, dal suono esotico…..che vagamente suonano familiari come le “vecchie” parole dell’amore….ma che senza dubbio appartengono a esperienze solo legate al sesso e alla sua ginnastica……: ”Maaa Cam, non ti s tarai mica ammalando, vero?”….
…”No, cara,sto d’incanto, devi assolutamente provare, si tratta di un modo transitorio per evadere dalla noia, dalla solitudine, dalla paura di non trovare l’uomo giusto……”
La curiosità è grande……..così ieri sera, nulla da fare, giornata noiosa e deludente, dopo la doccia mi sono piazzata davanti al portatile e ho spiato dal buco della serratura dei siti morbosetti che mi consigliava Cam ….. Mah….mi sa che ho preso l’influenza….ho un po’ di nausea….domani sera vado a teatro!!!!

 

 

Alice

Alice è moglie e madre in una famiglia “normale”, come tante: un marito quarantenne calvo e con un accenno di pancetta, ma affidabile e fedele come un labrador giocherellone, un maschietto di 15 anni, preadolescente, vivace, intelligente con gli occhi luminosi di sua madre, una ragazza di 19 anni in piena crisi adolescenziale…..che cosa farò da grande?...boh?.....non so…..mamma mi dai la paghetta?
Come coppia funzionano da così tanto tempo insieme che nemmeno ricordano come era il“prima”…..di conoscersi biblicamente e non. La noia,…..la consuetudine,…….il sapere tutto dell’altro che diventa scontato, prevedibile.
Alice ha un’idea: cercare su internet…...www….che fanno le coppie annoiate? .No!!!.... il tradimento non fa per me; mio marito voglio che trasgredisca con me...ne parleremo insieme stanotte: “Sai Fausto, stamattina ho guardato un sito che parlava di cambiamenti e novità un po’ piccanti per signore stanche della solita routine: quante donne annoiate!!! Navigando sono passata da un sito all’altro, ed man mano mi ritrovavo in situazioni sempre più hot….ma che squallore!!!! Possibile che non ci sia modo per una coppia di ……..S..cambiarsi idee nuove sul sesso disinibito?”
"Cosa cerchi cara, un forum di sessuologi in vacanza?
”Spiritoso!!!!!....
“No, ….ma forse ho trovato!!!!!!!! Nei giorni scorsi, dall’estetista, nella cabina accanto alla mia, sentivo le confidenze di una giovane ragazza. Raccontava una cosa che mi frulla in testa da allora, come una zanzara che ti ronza nelle orecchie e che non riesci a scacciare, hai presente? ….sembra che sul lungolago la sera le macchine che lampeggiano nel buio non si contino…messaggi luminosi di scambisti!!! Puoi scegliere la formazione come un direttore d’orchestra: dal trio “allegro ma non troppo” al “Vivacissimo con ardore” dell’orchestra sinfonica! “WOW…ci proviamo? .... Pensi che ti potrebbe piacere? in fondo siamo comunque noi…io e te… insieme, non si tratta certo di un “tradimento”…. Così Alice, tutta perfettina e precisa come suo solito, si tuffa con intensità da neofita nel suo privato e torbido “mondo delle meraviglie” insieme al suo “bianconiglio ”Fausto ed altre decine di personaggi che ,in fatto di stranezze degni del cappellaio matto, giusto parevano usciti dalla celebre fiaba! E non ci stupiremo del finale...la realtà a volte è ancor più audace, atroce, straordinaria, bellissima, insolita e spaventosa del sorriso ammaliatore di uno Stregatto accoccolato sul grembo della Regina di Cuori!!!

 



VIVIHANNA
…..CON LA H

Centoventi kili di sfrontatezza e intraprendenza…....Camilleri direbbe “una cinquantina” non troppo ben conservata che non disdegna di farsi riprendere dalla webcam in un blog dedicato, area “mature”, ogni giorno e naturalmente la notte….
….un vero incubo per la privacy per chiunque tranne che per lei…
Ore 6,45 attività e abluzioni mattutine…..di indescrivibile e sofisticata grazia, come ad esempio potersi permettere di lavare i denti in pubblico? Al mattino? Con gli occhi gonfi e la tavoletta della toilette come sfondo? Il pubblico appunto ….fra i suoi numerosissimi fans…Carlo…media corporatura, media cultura, media statura, un figlio che non da problemi, personalità mite, una moglie stupenda…..” una quarantina ”elegante e colta, autonoma, intelligente che forse ha la sola colpa di non curare, né dare troppo peso, allo stratosferico complesso di inferiorità di Carlo ….ahinoi…l’ego maschile trascurato!!!....va alla caccia di cose di cui nemmeno ha bisogno!!!....ma tant’è ……
Carlo resta affascinato dalla assoluta mediocrità di Deliah che scambia per candore, coraggio …di certo una insaziabile voglia di apparire, mostrarsi, senza preoccuparsi di chi potrebbe guardare e severamente giudicare un comportamento al limite della più spietata volgarità. 7,00 vestizione completa di tentativo di infilarsi in un paio di jeans fuori taglia per poi coprirsi con un paio di fuseaux leopardati abbinati ad una maximaglia nera….il nero, un amico delle donne, snellisce sempre…..
7,30 colazione all’americana completa di bacon, uova e pancake al miele…8,00 fuori di casa, al lavoro…..la webcam si spegne….17,00 rientro a casa…doccia….è a questo punto che Carlo decide che vuole conoscerla e la contatta…attratto dalla assoluta mancanza di stimoli competitivi…. Deliah risponde con insaziabile passione nel web e fuori dal web, in quel mondo reale dove agire senza pensare, seguire istintivamente la propria natura, sentire solo i propri desideri rombare nel sangue, tappare le orecchie al buon senso porta alla distruzione delle relazioni, alla grettezza dei sotterfugi, alla spossatezza delle emozioni, alla solitudine, all’isolamento…
Lei gli chiede persino di iscriversi ad un piccantissimo sito per scambisti: “www estasi.it” dove entrambi “giocano” sfrenati come una vera e collaudata coppia. ..Carlo inganna la moglie, resta invischiato in una relazione che considera solo fisica……ma Deliah non capisce. Lo insegue. Si innamora di lui nel mondo virtuale ….via chat, e reale via via, …..pensa di poterlo strappare a una moglie e un figlio….reali,…. vicini a Carlo, che sotto sopra per l’urgenza della situazione chiede consiglio all’amico Lino: “Vedi – replica all’amico perplesso che gli chiede i dettagli – mi fa sentire bene, con lei mi sento furbo, intelligente, vivo, indispensabile…perfino figo!!!...e poi devi sapere che a letto è una vera bomba!!!!!”
……”H”….naturalmente!!!!

 



Buoni SAMaritani: REBECCA

Rebecca è una ragazza giovane, vitale come possono esserlo solo i 25 anni!!! Ma in realtà a causa suo vissuto sembra molto più grande dell'età che ha, è riflessiva, posata, poco preda dei facili entusiasmi ma... è anche meravigliosamente ingenua. E’ convinta che l'amore delle favole, perfetto, inossidabile, indistruttibile, sempre uguale a se stesso, quello vissuto …. da Cenerentola insomma, esista davvero!! Come la nostra eroina delle favole è sempre indaffarata in casa e convive da sei anni con un uomo molto più grande di lei... si sono incontrati al parco in un giorno di sole ed è stato amore a prima vista... un uomo affascinante, alla mano, pronto ad ogni battuta..
Lorenzo, un rappresentate di prodotti per parrucchieri, ha un lavoro a contatto con molta gente ogni giorno, molte donne, e in questo caso il fascino del brizzolato non guasta…. Ogni donna è lusingata dai suoi apprezzamenti sottili e complimenti creativi, e su questo Lorenzo gioca molto... Rebecca nonostante i sei anni di convivenza si rivela ancora molto giovane, insicura e molto gelosa... e come ogni ragazza giovane è convinta che il cellulare sia il vero nascondiglio di molte cose...
….cosi la fiducia della convivenza di anni ultimamente non le impediscesi approfittare di ogni distrazione di Lorenzo per appropriarsi del suo cellulare e cogliere l'opportunità di spiare... Stamattina mentre lui era sotto la doccia ….ci impiega sempre una vita a preparasi!..Rebecca passa vicino al letto e sul comodino vede il l’iPhone che lampeggia... “ma no Rebecca - dice fra sé- fidati , non controllare, non ha senso dopo tanti anni,….sicuramente non serve...”Purtroppo per la nostra cenerentola la curiosità è femmina... Apre i messaggi e si perde nella navigazione…. Scorre, scorre gli ultimi messaggi... e trova un nome abbreviato che la attira …..”Sam…..sembra maschile…..mah !?...... no, tanto e' uomo continuiamo..“
“Ma perché... userà cos’ tanti vezzeggiativi?.....messaggi e carinerie …? tra lui e SAM?
.... ma vediamo se c’è una mail con un allegato….ecco una foto……..UNA RAGAZZA!!!!!!???”…Samantha!!!??…..Già l’ho sempre detestata anche in Sex and the City……. Con molta forza interiore cerca di riguadagnare la sua tranquillità e con il cuore che scoppia dal petto aspetta che il suo uomo esca dalla doccia... chiede spiegazioni...... Lorenzo molto tranquillamente spiega che si tratta ovviamente solo lavoro e che le sue dolci carinerie sono sempre ed esclusivamente per fini lavorativi,…. sai le assistenti d elle parrucchiere….sono loro che spingono gli acquisti nei negozi…..sai lo faccio per ottenere agganci, piaceri ecc... sapessi…..sono così noiose!!! Rebecca nella sua testa ormai si è già creata mille film……..immagini mentali che si accavallano e si sovrappongono….. ma affiorano anche mille scuse per perdonarlo …..forse..Guardandolo così tranquillo e sicuro ha anche tanta voglia di picchiarlo …..o abbracciarlo e dirgli con affetto: “voglio solo noi due...”
Ma lui la anticipa con un colpo di scena: “Sposami” - le dice appassionato- “voglio stare accanto a te per tutta la vita!”……immediatamente il pensiero di lei va alla sacralità del momento…quante meravigliose cose da scegliere!!!!!........la cerimonia…….i fiori…..…l’abito nuziale………….. come finirà secondo voi ???

 

 

BASSA PADANA

Viviana , una donna della "bassa" padana. Non la conosco, è venuta in contatto con il gruppo Intrigo di Venere tramite un amico comune. Non ha il coraggio di scrivere qui e mi messaggia in pvt. Non capisco se vuole un consiglio, …se vuole aiuto o solo un po’ di comprensione……. i toni sono forti, violenti, le chiedo se vuole che pubblichi e accetta di condividere...ha bisogno di capire...ormai ha superato i 40 anni ...ha bisogno di capire....e poco tempo……
Lei soffre di disturbi alimentari da molti anni e pesa 118 Kg. E' una donna colta, con forti valori politici e una passione smisurata per gli animali. Non ha un compagno fisso, lei fa in amore quel che fa con il cibo, "mangia" a dismisura per insoddisfazione e quando finisce di "mangiare" è disperata. Ha distrutto il suo fisico, ha distrutto l'immagine di sé con relazioni sessuali molto rovinose. Adesca gli uomini in chat e grazie alla sua intelligente ironia e alla sua estrema libertà sessuale. Si propone come esperienza alternativa...dato il suo fisico. Gli uomini accettano quasi tutti. E tutti sono sposati, alla ricerca di qualcuno di cui non innamorarsi …..una come lei da sicurezza…..
Lei ne è consapevole e loro non hanno ritegno: con delicatezza tipicamente maschile glielo ricordano in continuazione. I rapporti sono molto saltuari ma le relazioni si protraggono anche per un paio d'anni. Lei sa e capisce di essere solo un oggetto per il piacere e chiede in cambio un week end in montagna, un mazzo di rose rosse...una scampagnata…..
.lei adora fotografare... un concerto, una serata al ristorante. Attualmente ha due amanti...lei dice siano due begli uomini, entrambi sono particolarmente poco generosi con lei. Purtroppo si era innamorata di uno dei due , ovviamente sposato, circa due anni fa ....lui era gentile...ma quando ha capito che le sue intenzioni si facevano serie si è dato a gambe levate. Lei è consapevole che passerà la sua vita sola, con i suoi gatti e le sue scappatelle, ma è come per il cibo...si rende conto di essere sfruttata ed imbruttita di aver perso più che guadagnato in sentimenti e rapporti umani……
ma non vuole ammetterlo se non a se stessa e per reazione continua a "mangiare", DIVORARE in ogni senso. La domanda è: come riesco a smettere di mangiare e di farmi usare così? Come recuperare una dignità malata e una autostima infima?

 

 

STORIA SENZA CANZONE

L'avvicinarsi della mezzanotte è perfetto per raccontarvi questa storia ...come sempre vera...ma poco divertente. Anche questa volta i nomi sono inventati...ma da questa storia non nascerà una canzone. Lui era molto bello e biondo con gli occhi azzurri e la amava come solo un principe sa fare...lui aveva 18 anni. Non aveva una famiglia. era solo e disperato. Lo chiameremo...Marco. Lei anche era molto giovane, forse un paio d'anni più di lui. Bella e molto più colta di lui, e decisamente più fortunata, più ...benestante. Lei era nel fiore degli anni. La chiameremo Lisa. Lo amava alla follia e di lui non trovava nemmeno un difetto...per lui ha fatto ciò che non avrebbe fatto per nessuno. Lui era l'amore vero, con la A maiuscola. Loro per due anni o tre si sono amati ovunque, di nascosto, pubblicamente, nei parcheggi, per i sentieri di campagna, al lago...sì mi pare perfino al porto di Pilzone. Poi lei mi chiama di notte, io vivevo sola,…e a casa rispondevo ad ogni ora...allora non esisteva il cellulare. Era disperata: aveva litigato con lui per un puntiglio ed ora per ripicca lui era stato tutta sera con un'altra donna su un divano in discoteca, davanti ai suoi occhi, a tradirla senza ritegno, mettendola in ridicolo davanti a tutti gli amici. Lisa ha pianto con me al telefono tutta la notte, voleva morire, nulla sembrava fosse più importante per lei ed io , che allora avevo solo 25 anni, ho cercato di convincerla ad avere pazienza, a cercare di capire, che era solo un modo di attirare l'attenzione...un modo per farle capire quanto soffriva....io cercavo disperatamente di convincerla a non fare sciocchezze …..aveva intenzione di fare GROSSE sciocchezze……
E infatti Lisa non si è uccisa ma ritornando sui suoi passi lo ha perdonato. Da quella volta molte volte mi ha chiamato disperata nella notte; la maggior parte delle volte era a causa della gelosia...lui era geloso, possessivo, passionale... allora la lasciava, ritornava, la tradiva, ritornava, la insultava, poi facevamo l'amore sulle scale e si giuravano amore eterno. Tutto questo accadeva solo "perché lui era follemente innamorato di lei"...e lei ...si sentiva importante. Una terribile notte non mi telefonò, ma venne direttamente proprio a casa mia, con il giaccone rotto al collo...lui l'aveva sollevata in aria per il bavero e scaraventata a terra perché lei cercava di trattenerlo a sé...non voleva vederlo andarsene...e mentre era a casa mia sentimmo molte volte la sua moto bianca passare rombando sotto casa. Già …..lui la trattava male ma non poteva restare lontano da lei...e lei non era preoccupata della violenza subita, ma era preoccupata solo di come fare a non perderlo...a non perdere il suo Amore Vero. Da allora molte altre volte la vidi segnata sul volto o sulle braccia..... Poi lui comprò una pistola. Non ho ancora capito come, ma pare che in giro ci sia gente che vende anche le pistole…..anche se non è facile procurarsele come in America…... comunque dopo aver fortemente rischiato la vita durante l'ennesima litigata, si era spaventato e si era convinto, con l’aiuto di un vero amico, a gettarla nel lago...aveva capito la sua violenza,………………l'aveva percepita, ne aveva sentito il sapore e fortunatamente se n'era spaventato. Ma non ci si libera di certe insicurezze e dipendenze morbose………..dopo poco lui comprò un grosso coltello da vela, un modello con il quale si tagliano le funi delle barche...e per fortuna non con la lama, ma con il manico ferì Lisa……..solo perché aveva una gonna troppo corta... non morì...ma sanguinò molto dal naso…..ammaccato e percosso...io ed il nostro amico comune la portammo al pronto soccorso………. ..e lì finalmente la convincemmo a dire la verità. Con l’intervento risolutivo della legge...Lisa e Marco non si videro più...anche lui ne combinò molte altre, …..ma non ne voglio parlare. Lei ha sofferto molto, io avrei voluto restarle vicino ma Lisa non mi ha mai perdonato di averla portata in ospedale...Si è trasferita con la sua famiglia sei mesi dopo il ricovero e le parole che mi ha detto salutandomi definitivamente sono state molto dure. So che oggi è sposata, con ben tre figli...non so se è felice. So che Lisa certamente questa storia la leggerà...e dunque permettimi di dirti...“so che nessuno ti ha mai fatto sentire amata tanto quanto Marco, ma sono certa e sicura di averti voluto molto bene. Spero che oggi te ne voglia di più anche tu. Buonanotte.

 

 

KUCCIOLINA
Jessica è una bambina di 12 anni e su Facebook ha più di 3.000 amici….che ovviamente non conosce. Accetta tutti, anche se sono stranieri o vecchi o equivoci e bavosi. Si diverte molto a mettere sul suo profilo foto osé …o con un wurstel in bocca…..ottenendo così dai 300 ai 1000 “mi piace” per la fotografia postata. Non scrive aforismi riciclati, ma frasi del tipo….”ho deciso di non mettere più la biancheria intima”. Odia studiare, non capisce la ragione di tanti sforzi, così durante il giorno…….. “si annoia” e quindi vive sui social dove inventa passatempi “gratificanti”….. scrive: “oggi darò un voto a chi mi scrive più “mi piace”……
Non va in piscina perché ama lo sport ma per farsi fare “belle fotografie” da postare su Facebook sperando di aumentare i suoi consensi e la sua popolarità. Frequenta ancora la scuola media….ma il suo stile di scrittura appartiene ad una donna più grande e anche “navigata”….sembra aver già avuto moltissime esperienze con gli uomini….anche da come parla delle numerose delusioni in amore….. Ma per scatenare la sua ira basta un 60enne bavoso e arrapato.. che le scrive cose spinte e lei reagisce male. Si offende. Gli manda foto con una gestualità che disapprova fortemente i commenti lascivi….gli mostra con decisione il dito medio in un filmato….senza capire che postare una fotografia significa rendere pubblici e di tutti atteggiamenti ed espressioni che possono anche essere mal interpretate…..
La vera domanda è……dove sono i genitori di Jessica?…..sanno cosa combina la luce dei loro occhi? La risposta non si fa attendere ma ghiaccia il sangue nelle vene, i genitori ….ci sono, …..sanno……la madre di Jessica si è spinta ben oltre: da alla figlia 10 euro ogni 50 “mi piace” per le foto che posta………

 

 

ALBA CHIARA
Oggi vi parlerò di "Alba" Si è trasferita da poco per lavoro in un posto a km 70 da casa sua...lei è molto bella, fa un lavoro sportivo, docente di yoga e allenatrice di arrampicata, e di una squadra femminile di basket. Di conseguenza è molto alta, tonica e snella. Ha gli occhi intensi e ombrosi, scuri come i suoi capelli. Lo sport che pratica in modo professionale la vuole essenziale e semplice e dunque riesce spesso a mascherare la sua bellezza con tute e capelli a coda VERAMENTE poco sensuali. Ha 35 anni ed è fidanzata da 7 anni con un uomo piu' o meno della sua età ..carino...non quanto lei………… che fa L'INVESTIGATORE PRIVATO!!!
Pignolo e puntiglioso, esigente ….. Lui rompe perché lei è lontana...non è sempre a disposizione. Si vedono la domenica e il lunedì.....ed ovviamente dormono insieme. Domenica scorsa Alba si è svegliata nel panico ricordandosi improvvisamente di non aver mandato la mail al presidente della squadra con l'elenco delle ragazze da convocare...meno male che lui ha il Pc sempre acceso...si collega alle 3 di notte... scrive la mail e vede un guizzo nello schermo...rapido e veloce, ma lei è molto sveglia e intelligente e coglie il piccolo segnale dello schermo...chiude la finestra, un social è attivo, è arrivato un messaggio al suo ragazzo...niente di che...ovviamente solo la notifica di una condivisione ma...la curiosità è femmina...apre la chat....e il giorno dopo mi chiama in lacrime. “No no no...niente di grave, bacini, baciotti …coccole e complimenti ma un bel po' spinti tra lui ed una ragazza giovane ma bruttina,………bruttina ma assolutamente decisa a conquistare il detective....che ovviamente non si risparmia lusinghe sdolcinate false promesse e frasi volgari” ...E Alba pensava di sposarsi tra un po'...Lo sveglia, lo alza dal letto lo insulta e gli chiede spiegazioni....ma ovvio....era una donna che stava seguendo per lavoro...doveva provare a provocarla...non vorrai mica che io ti tradisca...Lei esce di casa, dorme in macchina , aspetta le 8.25 e mi chiama. Che faccio?...lo lascio? Lascio il lavoro e torno a casa mia, dai miei? Cambio città di nuovo? Mi fiderò mai più di lui?....di un uomo?

 

 

AMBRA
Lei ha 52 anni, abita in Val Camonica, è una donna…… diciamo...semplice, sposata da sempre con Enzo . Solido e massiccio ha solo qualche anno più di lei ma sembra veramente vecchissimo. Lei è parrucchiera. Lui camionista. Sono persone che lavorano, conducono una vita semplice ed ancora legata a modelli contadini...non hanno avuto figli ma sono legati ai loro familiari, hanno un senso della famiglia a volte antiquato ma sono apparentemente quel che si dice una vera coppia "di una volta"... ...lei ingenuamente racconta spesso alle amiche, mentre le pettina, che con suo marito ha rapporti sessuali QUOTIDIANI da sempre...sì sì, ….avete ben inteso…… TUTTI i giorni, sabato e festivi compresi. Ambra decide di smettere di lavorare perché gli anni lasciano il segno anche quando non si hanno figli, la gestione di un’attività non è sempre economicamente redditizia lavorando in paese, il negozio è pesante e lei continua la sua attività per qualche amica e conoscente a casa, ma è sempre comunque molto impegnata. La sua situazione familiare via via diventa sempre più complessa, anche perché ha degli anziani genitori da curare. Stando molto tempo a casa, si annoia, così inizia ad iscriversi ad un social, e poi ad un altro e poi ad un altro ancora....scopre un mondo …… ricco di persone bellissime, patinate….disponibili…..ma soprattutto scopre come è semplice comunicare con gli altri.….e scopre anche come gli altri spesso hanno bisogno di chattare con chiunque in generale e con te in particolare, diciamo ...per "chiacchierare", per poter condividere i propri "bisogni" più profondi con gli altri....certo per continuare nel social, servono fotografie….un certo tipo di foto….e lei le ha tutte con il marito o con la mamma la sorella la nipote.... Arriva Natale……e i regali fioccano……. Ad Ambra hanno regalato un cellulare con moltissime app e funzioni incredibili!!!! ………..fa anche foto fantastiche e allora...su in bagno allo specchio... si pettina, si trucca, indossa un reggiseno di lycra rosso ed inizia a fotografarsi allo specchio in pose "easy sexy" da lolita ingenua... Oddio, certo, le rughe si vedono, ……purtroppo anche i cicciottini sotto il reggiseno troppo stretto e leggero, ma i suoi occhi sono brillanti d'emozione trasgressiva....e con due mosse di pollice per condividere..VIA!!!!......... ecco la nuova Ambra in rete.

 

 



ARTISTI
Erano anni che si conoscevano,…………anni che si frequentavano in un social, anni che si piacevano. Entrambi artisti di successo ma appartenevano a due mondi diversi. Si corteggiavano per ore commentando i fatti quotidiani che trovavano postati. Flirtavano filosofeggiando sui cambiamenti della società. Sentivano un feeling speciale ma…..entrambi pensavano all’amicizia vera…..no credevano al vero amore e pensavano non solo che non esistesse ma che non sarebbe mai potuto accadere,
….. per entrambi l’altro era troppo importante e meraviglioso per se …. Un dono da non rovinare con implicazioni sentimentali…….. Coltivarono l’amicizia in chat complimentandosi l’uno per i successi dell’altro fino ad un giorno… galeotto il giorno in cui lui la invitò per un caffè. Vero. Nella vita reale. Di persona. Lei felice, pur non avendoci mai creduto, alla fine sperava si aprisse uno spiraglio d’amore….quello con la A maiuscola………… ed invece ……..quel caffè era stato pensato per un saluto d’addio….lui si trasferiva molto lontano con il lavoro. La salutava. Amore, rabbia, dolore e gelosia quanti sentimenti aggrovigliati… confusione, delusione,affetto, rimpianti…..abbandono….. Sapevano di amarsi ma entrambi non avevano mai avuto il coraggio di ammetterlo. Lei non lo ha più cercato. Lui parte definitivamente nel silenzio della chat. Una sera di quasi un anno dopo, lei in stazione ad aspettare il treno che l’avrebbe portata all’ennesima importante conferenza. Il lavoro, che incredibile toccasana anestetizzante!!! Un attimo di distrazione e la sua borsa …….. sparita con i documenti!!!!........i soldi!!…il cellulare!!! Molti i passanti danno gentilmente una mano per cercare tra i cestini e i polverosi anfratti della squallida stazione di provincia………qualche oggetto magari abbandonato dal ladro e improvvisamente trova. …lui. Sì, lui era in stazione…era ….era proprio LUI!!!!.......e la gioia era talmente tanta da trasformare la brutta esperienza e il danno subito in una felice sorpresa…un modo vero, davvero “live” di ritrovarsi. Lui la fa salire sull’auto lasciata nel parcheggio. L’accompagna alla polizia ferroviaria, le presta il telefono per fermare la carta di credito, poi la fa salire sull’auto lasciata nel parcheggio per riaccompagnarla a casa ma …………erano davvero tante le cose da raccontarsi e la tersa serata risplendeva di una luna inimmaginabile ………….era il 1 di febbraio e tra una lacrima di tristezza o forse di gioia, un racconto, un come stai? Sei splendida!!…lui la bacia. A tutt’oggi sono quasi 9 anni di amore…9 anni al primo di febbraio, tutti rigorosamente “live”!

 

 

 

Free Joomla! templates by L.THEME